10 buone abitudini per iniziare a dimagrire senza stravolgere la tua vita - BLOG - MEDieta

Blog dedicato alla promozione di uno stile di vita salutare
Blog dedicato alla promozione di uno stile di vita salutare
Vai ai contenuti

10 buone abitudini per iniziare a dimagrire senza stravolgere la tua vita

MEDieta
Pubblicato da in Perdere Peso ·
Tags: #dimagrire#fitness
"Da lunedì dieta, palestra 4 volte a settimana e zero dolci"

Quante volte l'avete pensato? Dite la verità...
I buoni propositi del lunedì rientrano tra i meccanismi psicologici più deleteri per iniziare un percorso lungo come quello della perdita di peso. Solitamente si parte "a bomba belli carichi", durando una faticaccia, lottando strenuamente con i crampi allo stomaco ma poi, al primo sgarro, sintomo di stanchezza, pranzo dai nonni, subentra la fase di frustrazione con abbandono e i buoni propositi vanno a farsi friggere...Quanto riuscite a reggere solitamente? Una, due settimane?

"Perdere peso somiglia più a una maratona che ai 100 metri"

Il fatto è che "dieta" è un concetto di per sé diseducativo, almeno per come viene inteso nel senso comune. Si dovrebbe parlare, infatti, di "educazione alimentare", ovvero il seguire un vero e  proprio stile di vita per raggiungere e poi mantenere il peso desiderato e non tanto una restrizione calorica temporanea per poi tornare a ingurgitare ogni cosa che capita a tiro (con l'instaurarsi del famoso effetto yo-yo)

Il consiglio fondamentale è, ovviamente, quello di affidarsi a un buon dietologo, medico o nutrizionista che sia (come riconoscere un buon dietologo?) per concordare un piano di dimagrimento e il successivo mantenimento però puoi, intanto, iniziare seguendo questi 10 consigli senza stravolgere (troppo) la tua vita.

1) Evita le varie diete "fai da te" , la diete strambe (come la dieta dei gruppi sanguigni, la dieta della Tenia e tutte le altre assurdità che, oltre a non avere fondamenta scientifiche, possono essere perciolose per la salute), le diete iperstressanti per l'organismo (esempio la chetogenica, molto di moda ma potenzialmente pericolosa) Ripeto: se vuoi seguire una dieta rivolgiti a un bravo dietologo.

2) Evita gli integratori alimentari. Non servono a niente, almeno in questa fase, ma solo a farti spendere soldi. Molti soldi.



3) Modera l'uso di olio vegetale (è un alimento fantastico, ricco di nutrienti ma molto calorico, quindi è inutile inserire nella dieta le insalate miste se poi il condimento è ipercalorico: riempi d'olio uno o due cucchiaini da caffè e vedrai che questo basta e avanza per condire)

4) Evita di fare la "scarpetta" col pane (sembra logico ma non va dato per scontato: un sacco di persone a fine pasto intingono il pane nell'olio rimasto nel piatto che magari conteneva un'insalata...Poi magari danno la colpa al "metabolismo lento")



5) Limita il consumo di pane a una/due fettine piccole a pasto preferendo quello integrale (circa 40-50 g) evita come la  peste prodotti sostitutivi del pane come pancarré e affini che contengono un sacco di burro

6) Il caffè? Bevilo amaro. Piccolo ragionamento: solitamente abusiamo di caffè ma se per ogni tazzina usiamo un cucchiaino di zucchero, a fine giornata quanto zucchero abbiamo ingerito?

7) No alle bevande gassate dolci (anche gli energy drink e le "zero"). L'acqua gassata invece può andare, se vi piace.

8) Limitiamo il dolce a una volta a settimana ma diminuiamo la porzione. Sembra un controsenso, ma eliminare di botto i dolci, specie se sei abituato a mangiarne molti, può essere deleterio per il mantenimento della dieta oltre che frustrante quando magari, durante il fine settimana a cena con gli amici, ci troviamo a doverlo rifiutare per poi trovarsi a che fare con tutta una serie di domande scomode tipo: ma sei a dieta???)



9) Evita i vari programmi di allenamento su App per smartphone come Runtastic Results o Freelectis: niente contro questi due programmi ad "alta intensità" però sono troppo pesanti da reggere se non si ha una buona condizione fisica di partenza (e se stai leggendo questo articolo probabilmente non ce l'hai). E' vero, le persone più tenaci  ottengono risultati (se non incorrono in infortuni durante questi duri allenamenti), ma sono convinto che la maggior parte degli utenti molla quasi subito. Inoltre sono attività ad alta intensità che stressano molto le articolazioni e il sistema cardiovascolare quindi prima di iniziare è d'obbligo sottoporsi a una visita medico-sportiva accurata.

10) Muoviti! Non sembra ma, anche se non vai in palestra, delle semplici azioni quotidiane possono aumentare sensibilmente il tuo dispendio energetico. Alcuni esempi? Parcheggiare a qualche centinaio di metri dal posto di lavoro/meta prefissata recandotici poi a piedi (solitamente si risparmia anche qualche spicciolo, considerando che i parcheggi gratuiti sono solitamente quelli periferici: magari potrete investire questi risparmi in palestra ;) ) , preferire le scale all'ascensore, portare a spasso il cane, optare per una passeggiata romantica anziché andare al cinema o a rinchiudersi in qualche locale (il/la vostro/a partner apprezzerà)

Se tutto quello che ho appena scritto di sembra "fuffa" ti invito a provare questi accorgimenti per un paio di mesi. Vedrai che i risultati in fatto di resistenza, e anche perdita di peso non si faranno attendere (saranno modesti, ovviamente, ma d'altronde chi ti promette di far fuori 10 Kg al mese ti sta vendendo illusioni, se non di peggio)





Copyright MEDieta.it 2010
info@medieta.it
Privacy Policy
Torna ai contenuti