Le proprietà benefiche della melagrana - BLOG - MEDieta

Blog dedicato alla promozione di uno stile di vita salutare
Blog dedicato alla promozione di uno stile di vita salutare
Vai ai contenuti

Le proprietà benefiche della melagrana

MEDieta
Pubblicato da in Proprietà degli alimenti ·
Tags: #melagrana#antiossidanti#frutta
Numerosi studi indicano che la melagrana, un gustosissimo frutto presente anche alle nostre latitudini, possiede proprietà benefiche. Alcune molecole ben rappresentate nel frutto sembra possano incidere su fattori di rischio cardiovascolari importanti quali l'ipertensione arteriosa, l'iperglicemia, lo stress ossidativo e l'ipercolesterolemia. Altri studi ipotizzano anche azioni antinfiammatorie, anticarcinogeniche e proapoptotiche con potenziali effetti preventivi verso comuni forme tumorali come il carcinoma della prostata, della mammella,del colon, del polmone e della pelle (da studi in vitro su linee cellulari umane) e su malattie infiammatorie come le artriti (l'infiammazione cronica, a bassi livelli, è presente anche nell'obesità)

Il potere antiossidante del succo della melagrana sembra addirittura maggiore rispetto a quello del tè verde.
Nello specifico le sostanze studiate sono:

- L'acido punicico è un acido grasso polinsaturo molto rappresentato nei semi, che sembra avere effetto    antiproliferativo ( in particolar modo sul carcinoma mammario) oltre che antiaterogenico (diminuendo i    livelli circolanti di trigliceridi) e antinfiammatorio

- Le alte concentrazioni di polifenoli presenti nel succo  (soprattutto tannini e flavonoidi) determinano le  proprietà antiossidanti del frutto cioè riducono lo stress ossidativo macrofagico, i radicali liberi e quindi la perossidazione lipidica (con effetti antiaterogenici e perciò preventivi verso malattie cardiovascolari)


Secondo altri studi il succo di melograna diminuirebbe l'accumulo di proteina beta-amiloide nell'ippocampo dei topi e ciò fa ipotizzare possa avere effetti preventivi sullo sviluppo di malattia di Alzheimer

Il consumo di melagrane non sembra avere effetti tossici o collaterali (almeno ai dosaggi studiati, comunque molto alti) tuttavia, per i potenziali effetti verso alcuni citocromi, possono verificarsi interazioni con alcuni farmaci come : anticoagulanti orali indiretti (warfarin), antiepilettici (carbamazepina), ipoglicemizzanti orali (tolbutamide) e altri,  perciò, se seguite una qualsiasi terapia farmacologica consultate il vostro medico prima di inserire la melagrana nella vostra dieta.

Il succo di melagrana si può trovare in commercio in varie forme (fresco, concentrato) così come si possono trovare integratori da banco contenenti gli estratti. E' comunque preferibile consumare il frutto fresco, possibilmente proveniente da agricoltura biologica.

Bibliografia:
Aida Zarfeshany, Sedigheh Asgary,1 and Shaghayegh Haghjoo Javanmard Physiology Research Center, Isfahan Cardiovascular Research Institute, Isfahan, Iran https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4007340/?report=printable

Breast cancer chemopreventive properties of pomegranate ( Punica granatum ) fruit extracts in a mouse mammary organ culture. Mehta R, Lansky EP. Eur J Cancer Prev. 2004;13:345–8. [PubMed: 15554563]

Vidal A1, Fallarero A, Peña BR, Medina ME, Gra B, Rivera F, Gutierrez Y, Vuorela PM. Studies on the toxicity of Punica granatum L. (Punicaceae) whole fruit extracts.

M.E. Grossmann, N.K. Mizuno, T. Schuster, M.P. Cleary, Punicic acid is an omega-5 fatty acid capable of inhibiting breast cancer proliferation, in International Journal of Oncology, vol. 36, nº 2, febbraio 2010, pp. 421-426.



Copyright MEDieta.it 2010
info@medieta.it
Privacy Policy
Torna ai contenuti